Esposizione Udine

Grazie mille  Eva Seminara che mi hai permesso di esporre alcuni miei quadri nel tuo laboratorio,  occupando una parete intera, e permettendo così  agli altri di ammirarli e vivere le sensazioni e le emozioni che normalmente percepisco quando li realizzo e li guardo dal mio divano.

Se avete occasione di andare ad Udine visitate l’interessante laboratorio di Eva, vi sembrerà di fare un salto nel passato, entrando nella Legatoria Moderna di Eva Seminara, a Udine in Via Zanon 16/a, potrete entrare in un mondo incantato di pelli, carta, colle e strumenti che non si vedono normalmente in giro.

Troverete cinque quadri:

  • L’amour – acrilico su tela con malte strutturali 40×60 – 2014
  • L’universo – acrlico su tela con conchiglie 40×40 – 2015
  • L’amore incondizionato – acrilico su tela con paglia e legno 100×100 – 2015
  • L’amore contagioso – acrilico su tela con conchiglie e malte strutturali – 40×40 – 2015
  • Felicità – acrilico su tela con paglia e malte strutturali – 40×40 – 2015

Chiunque avesse l’opportunità di vederli dal vero, mi farebbe piacere se potesse aggiungere un commento a questo sito o sui social, raccontando le proprie emozioni nel vederlo.

Grazie mille

IMG-20150930-WA0004

IMG-20150930-WA0003

IMG-20150930-WA0002

amore, cuore, vita, arte, pittura, olio, acrilico, materico, original passio, oriana papais. creatività, ingegno

L’amour – acrilico con malte strutturali – 40x60x2 – 2014

Quadro materico in acrilico - 100x100 cm con inserto di un cuore in paglia e tre cuori in legno. Uso di colori opachi, metallizzati e malate varie

L’amore incondizionato – acrilico materico – 100×100 cm con inserto di un cuore in paglia e tre cuori in legno. Uso di colori opachi, metallizzati e malate varie

cuori, colore, gioia, speranza, vita, arte, corsi, oriana papais

Felicità – acrilico materico, con alternanza di colori e materiali – 40x40x2 cm

mare, cuore, amore, conchiglie

L’amore – acrilico con aggiunta del crackle e di conchiglie- 40x40x2

Quadro in acrilico materico con conchiglie 40x40x2

L’universo – acrilico materico con conchiglie 40x40x2

Fonte: Oriana Papais per Original Passion

Solitudine o silenzio

Un’amica guardando il disegno è andata oltre il guardare le forme e le righe o i colori, e mi ha espresso la sua opinione: mi trasmette una sensazione di solitudine

Pensare che questo disegno l’ho realizzato pensando a me stessa, ho inserito i colori che più mi appartengono: l’arancione, il rosso, il fucsia, il viola e il verde. Come la tradizione araba mi ha insegnato, ho accostato tra loro i colori in modo  un po’ azzardato ma secondo me sono pieni di significato. Per dire il vero vista l’intensità e la brillantezza dei colori è difficile pensare alla solitudine. Il bianco potrebbe ingannare.

Effettivamente a guardarlo non si capisce molto o come mi ha detto qualcuno sembrano degli spermatozoi, ma rappresentano il mio mondo: io al centro di tutto.. poi gli affetti, l’amore, il lavoro, la famiglia, lo studio, l’arte.. tutti collegati tra loro, anche se solo da un filo sottile, ma uniti tra loro.. io non posso essere ciò che sono se non rimango unita a tutto ciò che mi circonda e quindi risulta importante per me.. è vero che  si nota molto lo  spazio vuoto.. che possa essere solitudine….? Potrebbe esserlo..

Ognuno di noi ha provato questa sensazione.. Sinceramente quando mi capita di percepire questo vuoto attorno a me, incomincio ad agitarmi e non riesco a sfruttare questi momenti come istanti da dedicare a me stessa, ma come veri e propri stati di caos.

E tutto ciò mi spiazza…. Ma credo che questi spazi caratterizzati dal bianco e dal vuoto siano necessari per poter pensare, lavorare, studiare e mi permettono di essere tutto ciò che sono. Non potrei vivere sempre accerchiata da confusione, da persone che entrano ed escono dalla mia vita. Ma il silenzio alle volte è come l’oro.. prezioso.

Può essere guardato in due modi e non saprei dire qual’e’ migliore:

20150916_001046_resized

20150916_001054_resized

Font: Oriana Papais per Original Passion

Le aspettative

Le aspettative cosa sono? Desideri? Speranze? Voglie? un insieme di tutto ciò?

Sinceramente non lo so nemmeno io. Aspetti una telefonata, un messaggio, stai in pena perché non ricevi nulla.. e il cuore, che prima si era aperto, incomincia a sentire una morsa, sempre più stretta .. come se una mano lo afferrasse  e lo volesse togliere.

Accidenti.. ma se fa così male perché ce le creiamo? Non sarebbe meglio vivere e prendere solo ciò che viene?

Però capita che aspetti quella telefonata.. E non arriva.. E guardi il telefono.. E non arriva.. E pensi di tutto.. Sarà successo qualcosa? Non funzionerà il mio telefono.. Ma..

E più aspetti, più ti sembra che il tempo non finisca mai.. Ogni minuto è lungo un eternità..

E quindi? Meglio non pensare? Meglio pensare solo a sé stessi? Continuare a fare ciò che si fa? E se poi non arriva nulla.. Pazienza???

Non so qual’è la risposta, ma credo che se la telefonata non arriva sia meglio farla.. vorresti sapere qualcosa da qualcuno: chiediglielo..

Non aspettare che gli altri facciano le prime mosse nella tua vita.. Muovi le tue pedine e sicuramente farai scacco matto.. non importa le risposte che otterrai ma almeno le riceverai.

Il quadro rappresenta un cuore, apparentemente diviso in due, ma rimane sempre unito: anche quando sembra si spezzi per la sofferenza, ciò non accade.. Il nostro cuore è forte e ci supporta.. e anche nel momento in cui saremo tristi e sentiremo un grande dolore, e avremo l’impressione che quella mano malefica  lo stringe procurandoci dolore, lui troverà sempre il modo per rincuorarci e non farci sentire soli.. Noi abbiamo lui.. IL NOSTRO CUORE.

Particolare - le aspettative

Quadro acrilico materico con aggiunta di malte strutturali, glitter e conchiglie - 30x30x2

Quadro acrilico materico con aggiunta di malte strutturali, glitter e conchiglie – 30x30x2

Fonte: Oriana Papais per Original Passion

L’universo

Luna piena.. una luce illumina tutto.. sembra sia acceso un potente lampione.

A guardarla, il cuore si riempie di serenità.

Ti è mai capitato di soffermarti a guardarla e chiederti se esiste un altro mondo. Cosa ci sarà nella nostra galassia.

Ma ognuno di noi ha una galassia propria: noi siamo il sole, la stella marina, tenaci e pazienti, e le altre conchiglie, simbolo di protezione, sistemate dalla più grande alla più piccola, i pianeti, i nostri capisaldi: la famiglia.. il lavoro.. gli hobby.. i sogni… e tutto ciò che per noi è importante.. Quasi a voler proteggere tutto ciò che per noi è importante.

ghirigori realizzati con i brillantini sono le scie, i ricordi  che lasciamo al nostro passaggio nel cuore degli altri e nell’universo stesso.. i ricordi che gli altri hanno di noi.. alcune scie più chiare altre più scure.. Non possiamo piacere a tutti nello stesso modo.

Le due linee dorate che partono dalla stella marina sono i nostri limiti di spazio che non devono essere oltrepassati da chi non è desiderato. La scia dorata emanata dalla stella è la nostra energia che  viene trasmessa a tutto ciò che per noi è importante.

Quindi ognuno di noi si crea una propria galassia.

Quadro in acrilico materico con conchiglie 40x40x2

Quadro in acrilico materico con conchiglie 40x40x2

L'universo particolari

Oriana Papais per Original Passion

Le relazioni

Nell’arco della nostra esistenza intratteniamo relazioni di ogni tipo e con chiunque.. Possono essere amorose, affettive, lavorative, sportive, quindi coinvolgono qualsiasi attività noi svolgiamo nell’arco della giornata.

Poi ci sono gli ostacoli che ognuno di noi affronta e che possono influenzare le relazioni stesse.

Quindi noi siamo la stella marina, considerata simbolo celeste e, come tale, rappresentano l’infinito amore divino. Oltre all’amore, la stella possiede anche caratteristiche quali l’orientamento, la vigilanza, l’ispirazione, la brillantezza e l’intuizione. Direi che rispecchia perfettamente le caratteristiche di ognuno di noi.

Le tre conchiglie poste in diagonale sul quadro rappresentano gli ostacoli che possimao incontrare attorno ai quali girano le nostre relazioni.

Le parti ondulate attorno alle conchiglie  rappresentano le nostre relazioni primarie invece tutti i filamenti glitterati sono le relazioni tortuose che tutti i giorni affrontiamo e gli strass gli obbiettivi che riusciamo a raggiungere.

Le nostre giornate sono molto impegnative a livello emotivo, energetico, fisico, mentale e spirituale, ma riusciamo sempre a sbrogliare la matassa e a trovare una soluzione.

Quadro realizzato in acrilico con colori metallizzati ed aggiunta di conchiglie e pasta glitterata

Quadro realizzato in acrilico con colori metallizzati ed aggiunta di conchiglie e pasta glitterata

Le relazioni

Oriana Papais per Original Passion

La fantasia

Mentre sbirciavo tra le mie foto ho ritrovato alcuni vecchi disegni. Mi ha fatto piacere vederli perche’ mi hanno dato prova che da sempre mi piacciono le forme astratte e la mescolanza di colori e materiali.

Sono realizzati con Colori a pastello, penarelli, glitter, bottoni e penna su cartoncino bianco.

Sono a libera interpretazione e si possono notare forme mutevoli, mostriciattoli, pesci, soli.. un po’ di tutto basta lasciar andare la fantasia.

Credo che quest’ultima ci permette di affrontare la realtà con uno spirito diverso. Che ne pensate?

Disegno realizzato con colori a pastello

Disegno realizzato con colori a pastello

Disegno reallizzato su cartoncino con pastelli

Disegno reallizzato su cartoncino con pastelli

Disegnasto su cartoncino con pastelli e penarelli

Disegnasto su cartoncino con pastelli e penarelli

Oriana Papais per Original Passion

cuori, colore, gioia, speranza, vita, arte, corsi, oriana papais

Felicità

cuori, colore, gioia, speranza, vita, arte, corsi, oriana papais

Quadro realizzato in acrilico materico, con alternanza di colori e materiali – 40x40x2 cm

Quante volte ci è stato detto fin da piccoli: non ridere troppo che poi ti succede qualcosa di brutto, oppure: non dire che sei tanto felice altrimenti succede qualcosa di male.. e tutti sottovalutavamo queste profezie.. poi ci succedeva qualcosa e davamo ragione alle voci sentite, così diventavamo tutti tristi e cupi.

Sinceramente io mi sento entusiasta, felice, speranzosa, ottimista, propositiva e positiva: finalmente dopo tanti pensieri che offuscavano la mia lucidità mentale, ho trovato il modo di esprimere quelli positivi attraverso l’uso del colore..

Più riesco a mescolare i colori tra loro, più inserisco parti luminose, brillanti, sfavillanti, abbinate a colori che mai si userebbero, più il mio cuore si riempie di felicità: e non temo dirlo..

Anzi.. lo urlo a pien voce: sento il mio cuore pieno di felicità.

Molti penseranno che parlo in questo modo perchè sono innamorata di un uomo splendido, ma non solo.. Finalmente ho chiaro cosa voglio fare da grande, quali sono gli strumenti che ho sempre posseduto e voglio utilizzare, come posso sfruttare tutte le mie doti al meglio..

Sarò esagerata, montata, o chissà quali altri pensieri, ma io ho molto chiaro i miei obbiettivi e soprattutto mi piacerebbe trasmettere a tutti coloro che mi voglio stare vicino la mia felicità per la vita.

Gli imprevisti posso esserci, ma visti con occhi diversi e con la gioia e l’amore nel cuore, assumono una valenza diversa.

Nel quadro c’è un alternarsi di materiali: spugne naturali, ceramica, malte, brillantini e tanto colore: fucsia, magenta, arancione, oro, argento, rosso, viola,  bianco e rosa metallizzati che danno al colore effetti diversi e sembrano voler togliere l’opacità dell’acrilico.

quadro non terminato della Felicità

Quadro non terminato della Felicità

Oriana Papais per Original Passion

mare, amore, cuore, disegno, quadro, innamorarsi

Volare.. sognare..

mare, amore, cuore, disegno, quadro, innamorarsi

Quadro realizzato in acrilico con aggiunta di conchiglie – 80×50 cm

Mi piace camminare con i piedi nell’acqua e sentire ogni tanto un leggero dolore sotto la pianta del piede.. ho pestato una conchiglia..

A me e’ capitato spesso di conservare le conchiglie che raccolgo durante le vacanze e dopo qualche anno, stufa di vederle in giro, le butto.
Così ho pensato di poterle usare in maniera diversa e realizzare qualcosa di particolare.

Un cuore immerso nel profondo blu, mescolato ad altri colori metallizzati .. rosa.. giallo.. bianco.. oro.. quasi a voler donare un aurea luminosa al cuore.

Guardandolo bene, sembra abbia le ali.. ebbene si.. quante volte ci è capitato di sognare di abbandonare tutto.. e scappare in un mondo apparentemente diverso.. prendere il primo aereo che si trova.. ma per andare dove?? non lo sappiamo neppure noi..
Vorremmo pace, tranquillità, serenità e tanto amore.. ma guardiamo bene dentro  noi stessi.. il nostro cuore viaggia ogni giorno.. riesce a riempirsi di carica positiva e la ritrasmette a tutti quelli che ci stanno vicino…

Lasciamo pure andare.. non se ne va.. ritorna sempre al suo posto.. noi siamo i suoi custodi e più lo lasciamo volare più sarà felice di stare con noi..

varei fasi della realizzazione del quadro

Varie fasi della realizzazione del quadro

Oriana Papais per Original Passion

arte, disegno materico, pittura, astratto, fiori tela, fiori plastica, original passion, oriana papais , vita, emozioni

La quiete dopo la tempesta

La quiete dopo la tempesta: strano nome per un quadro, ma credo che noi siamo proprio così.

Quando ci arrabbiamo o innervosiamo siamo come quando si avvicina una tempesta in mare: tutto si fa grigio, torbido e non si riesce a vedere nemmeno uno spiraglio di luce. Quando la tempesta passa l’acqua diventa limpida e assume mille sfumature, si vedono i fondali e ci sono mille riflessi. Così siamo noi.

Perché la presenza del colore rosso nel quadro? Per me è simbolo della passione e dell’amore che abbiamo dentro di noi. Più siamo sereni e più riusciamo a trasmettere le nostre emozioni e i nostri sentimenti.

I fiori? Roselline realizzate con nastro di velo rosso e viola, ovviamente realizzate a mano da me, accostate a dei piccoli fiori.  La Rosa da secoli è il simbolo di amore, devozione, ammirazione, bellezza e perfezione; inoltre simboleggia il segreto e lo svelare con delicatezza. Quindi adatta alla nostra anima che va scoperta piano piano e soprattutto è ricolma di amore e di segreti, che vanno conservati come in uno scrigno prezioso.

arte, disegno materico, pittura, astratto, fiori tela, fiori plastica, original passion, oriana papais , vita, emozioni

Quadro materico con base ad olio e sovrapposizioni di materiali realizzati a mano con veli e fiori in materiale plastico – 40x40x2 – 2014

2015-04-28 16.02.28

Fonte: Original Passion, Oriana Papais

arte, disegno, pittura, emozioni, spirito, storie, original passion, oriana papais , quadri, pittura astratta

Gli amici

Gli amici.. Come te li immagini? Quelli vicini con forme definite, vestiti eleganti o in maniera sportiva, truccati, profumati, ma alcune volte forse non vorresti nemmeno vederli.

E quelli che non ci sono più?
A me piace tantissimo immaginare che aleggiano tra di noi.

Whaoo.. Non sto impazzendo, ma mi entusiasma pensare che chi non è più tra noi materialmente, lo sia spiritualmente e come un soffio di vento si aggira  nelle nostre vicinanze, come se fosse ancora qui.

E’ bello ipotizzare che siano affianco a noi come angeli custodi e che  ci suggeriscono le frasi da dire, i pensieri da esprimere o le azioni da svolgere.

E quale forma dovrebbero avere? Tonda, quadra.. Meglio non definita.

E come potrebbero essere? Bianchi? Rossi? Argento? Mi piace immaginarli pieni di colori: rosso, verde, arancio, viola, bianco, argento, oro.. Tutti mescolati tra di loro e avvolti da una bellissima nebulosa luminosa piena di riflessi argento, ma soprattutto pieni di una forte carica positiva, che ci permette sempre di vedere il mondo, che ci circonda, dal lato migliore. 

Sono convinta che non si debbano mai dimenticare i nostri cari, che non sono più materialmente presenti, perché loro sono sempre al nostro fianco.

arte, disegno, pittura, emozioni, spirito, storie, original passion, oriana papais , quadri, pittura astratta

Tela realizzata in acrilico con varie sovrapposizione di tecniche 50x70x2 – 2015 – sigillata sul lato dx con sigillo argento

2015-04-28 16.05.08

Fonte: Original Passion, Oriana Papais

.